Come funziona il mercato del Forex?

Quando il trading online è stato messo per la prima volta a disposizione degli utenti di tutto il mondo, lo strumento principe era il Forex, ossia il mercato delle valute internazionali. Oggi i trader possiedono una gamma di scelte più ampia, grazie alla presenza di piattaforme per CFD e per opzioni binarie; tuttavia, il Forex continua ad esercitare un forte fascino, sia per i più esperti, sia per chi si affaccia da novizio nel mondo dei mercati valutari. Andiamo a vedere più da vicino come funziona questo mondo e come è possibile accumulare dei guadagni con questo strumento.

Il meccanismo di guadagno con il Forex

Con il Forex è possibile interagire in tempo reale con i mercati finanziari, focalizzandosi nello specifico su quello delle valute internazionali. Il loro valore viene definito confrontandole tra loro, per cui si avrà ad esempio la coppia (detta anche “cross”) EUR-USD, che mette in relazione la moneta unica europea con il dollaro statunitense. Se a questo cross è associato ad esempio il valore 1,2345 la quotazione andrà letta in questo modo: ad ogni euro corrisponde un dollaro e 23 centesimi. Il resto, ossia i millesimi 0,0045 vengono denominati con il termine “pips” e rappresentano l’unità di misura minima che definisce le quotazioni del cambio valutario. Sebbene si tratti di cifre apparentemente infinitesimali, è proprio su queste che si basa il potenziale profitto offerto dal Forex.
Chi apre un conto in una piattaforma vi deposita un capitale iniziale, che potrà essere utilizzato per effettuare degli ordini sulle coppie valutarie. La loro quotazione non cambia drasticamente su basi decimali, ma gradualmente per via di piccole variazioni dei pips. La bravura del trader consiste nell’intervenire nel mercato valutario posizionando un ordine, per poi uscire dopo un determinato periodo di tempo guadagnando così un profitto. Ci si potrà chiedere come sia possibile ottenere dei guadagni consistenti quando si opera con cifre così irrisorie. In effetti, il trader ha a disposizione lo strumento della leva finanziaria, che consente di moltiplicare esponenzialmente l’entità del guadagno, che sarà così interessante anche se le variazioni delle quotazioni saranno contenute nell’ordine dei millesimi.

Le strategie di guadagno con le coppie valutarie

Una delle strategie più dirette per accumulare un profitto consiste nell’impostare la classica “long position” o posizione lunga. Al fine di comprendere meglio il meccanismo che regola questa strategia, si immagini di avere 100 dollari da investire nella coppia euro – dollaro, espressa al momento dalla quotazione EUR/USD = 1.2345.
Grazie alla leva, il broker consentirà di moltiplicare l’importo iniziale e fornirà 100.000 dollari che si investiranno in euro, ottenendone così 81.004 (100.000 / 1.2345). Supponiamo che la quotazione cambi in EUR/USD = 1.2390, un salto in avanti di ben 45 pips. In questo caso, si potranno vendere gli euro per riacquistare i dollari, traendone un profitto. Infatti il valore dei nostri euro non sarà più quello originario, ma sarà aumentato grazie al rialzo della quotazione sul dollaro. Come risultato di queste dinamiche, si potrà quindi ottenere un profitto conclusivo pari a 363 dollari. Per arrivare a questa somma di dovranno moltiplicare gli 81.004 euro per il loro nuovo valore rispetto al dollaro (ossia 1.2390), ottenendo così l’importo di 100.363. La differenza tra il capitale iniziale e quello finale genera il profitto di 363 dollari.

Le funzioni del Forex

Ovviamente nel Forex non esiste solo la coppia EUR/USD. Le piattaforme mettono infatti a disposizione dei loro utenti numerose coppie, da quelle che attirano maggiore liquidità a quelle definite “esotiche”, in quanto meno ricercate dai trader internazionali. In virtù di questa varietà, si può facilmente comprendere come il mercato delle valute internazionali sia sempre attivo, 24 ore su 24: quando la Borsa di Francoforte chiude, si potrà operare su quella di Sydney; e quando questa interrompe gli scambi, si ricomincerà a negoziare a Wall Street. Per sfruttare pienamente le potenzialità di guadagno di questo sistema, le piattaforme mettono a disposizione degli utenti degli strumenti utili per massimizzare i loro profitti anche quando i trader non sono direttamente davanti allo schermo del loro computer. Impostando le coordinate del trading automatico si potrà infatti decidere il momento in cui uscire dal mercato o l’istante in cui intervenire con un acquisto, a seconda della strategia definita in precedenza. Al fine di aumentare i profitti ed evitare i passivi, sarà tuttavia opportuno analizzare con attenzione gli scenari valutari: l’improvvisazione e la mancanza di competenze possono infatti generare delle perdite non indifferenti.